Grassi e Lipidi

Grassi e lipidi cosa sono?

Rappresentano una fondamentale sorgente di energia per il nostro organismo e possiedono un'elevata densità energetica. Il loro utilizzo però avviene più lentamente e non è mai completo, formando delle scorie (corpi chetonici). Svolgono numerose funzioni come componenti sia strutturali (membrane cellulari, strutture intracellulari, ormoni), sia energetiche (riserva come accumulo nel tessuto adiposo), sia di trasporto (veicolo nel sangue di alcune vitamine).

I grassi alimentari si dividono in saturi (di origine animale come burro, lardo, strutto) ed insaturi (di origine più prettamente vegetale come olio di oliva e di semi, grassi contenuti nei pesci, omega 3).
Se ingeriti in eccesso, la quota non impiegata a scopi energetici viene depositata in piccole quantità nei muscoli ma soprattutto nel tessuto adiposo, facendone aumentare l'estensione e quindi facendo ingrassare.

Grassi e lipidi sono colesterolo e trigliceridi?

Rappresentano la quota più nota di lipidi che circolano nel sangue e che possono essere misurati (dosati) con un prelievo. Il colesterolo ematico (presente nel sangue) deriva in massima parte dal cibo assunto, ma viene anche sintetizzato dal nostro organismo (soprattutto dal fegato) ed è indispensabile per la sintesi di alcuni ormoni.

Valori elevati di colesterolo nel sangue sono però correlati alla formazione di placche ateromasiche a livello dei vasi con rischio di malattie cerebro e cardiovascolari. La presenza di colesterolo HDL è invece salutare perché rimuove il colesterolo in eccesso veicolandolo al fegato.

I trigliceridi formati da 3 acidi grassi legati tra loro sono i principali costituenti dei grassi di deposito. Anch'essi sono in massima parte di origine alimentare e un loro eccesso nel sangue può essere indice di scarso controllo del diabete o di un abuso di alcolici, dolci o cibi ricchi di grassi animali.

La dieta dei pazienti diabetici come deve essere?

Non esiste un regime alimentare univoco per tutti i malati affetti da diabete. Le raccomandazioni generali delle società scientifiche prevedono le seguenti indicazioni: tutte le persone affette da diabete devono ricevere da esperti una terapia medica nutrizionale individualizzata allo scopo di raggiungere gli obiettivi terapeutici.

a) vegetali, legumi, frutta e cereali devono essere inseriti nella dieta delle persone con diabete tipo 1 e 2, è im¬portante incoraggiare l'uso di cibi ricchi in fibre con basso indice glicemico;

b) Il calo ponderale è raccomandato in tutti gli adulti in sovrappeso o obesi con riduzione dell'apporto calorico e incremento del dispendio energetico (attività fisica); il quantitativo totale dei carboidrati nella dieta deve essere tra il 45 ed il 60 per cento;

c) l'apporto dei grassi non deve essere maggiore del 30 per cento del totale giornaliero e in particolare i grassi saturi non devono essere superiori del 10 per cento.